Pulire e disinfettare, qual è la differenza?

covid-19, disinfezione, igiene, pulire casa, sanificazione, superfici -

Pulire e disinfettare, qual è la differenza?

A causa del Covid-19 che pare non voglia arrestarsi, sono sempre di più le persone in cerca di utili soluzioni per disinfettare e sanificare ogni genere di superficie abitativa e lavorativa. Ormai è appurato che il virus si diffonde tramite secrezioni della bocca e del naso, per cui è molto facile che venga trasmesso da persona a persona e non solo, ma il virus è in grado di sopravvivere  sulle superfici anche per ore o addirittura per giorni.

Quali sono le pratiche più corrette da eseguire per pulire e disinfettare casa o l'ambiente lavorativo in modo efficace? 

Partiamo immediatamente col dire che la pulizia e la disinfezione sono due pratiche completamente diverse ma combinate assieme sono in grado di rimuovere e uccidere ogni genere di germe e batterio presente sulle superfici.

Pulizia 

La pulizia è quella procedura che viene utilizzata per rimuovere germi, sporco o ogni forma di impurità sulle superfici. Basta utilizzare acqua calda e un buon detergente e il gioco è fatto. E' doveroso sottolineare che, questo processo serve a rimuovere i germi ma non ad annientarli, tuttavia il rischio di diffusione è largamente ridotto.

Disinfezione

Questa pratica uccide sia i germi che batteri e va eseguita dopo un'accurata pulizia. Se una superficie non viene dapprima pulita, è chiaro che la sanificazione non si rivelerà efficace al 100%. Quando si acquista un disinfettante è necessario seguire scrupolosamente tutte le istruzioni riportate sull'etichetta.

Quali sono le aree da disinfettare con più efficacia?

Quando un individuo starnutisce o tossisce, le goccioline di saliva possono cadere su diverse superfici. Pertanto è importante eseguire un'accurata pulizia e sanificazione su:

  • Maniglie della porta o della finestra;
  • Piani di lavoro o scrivania;
  • Telefoni;
  • Interruttori della luce;
  • Rubinetti.

Mantenere disinfettate queste superfici, il potenziale rischio di infezione si riduce di gran lunga.